Fuego!, Marilù Oliva

 

 

Al suo terzo romanzo, Fuego!, Marilù Oliva aggiunge un tassello alla serie thriller dedicata a Elisa Guerra detta la “Guerrera”.

Piccola, bruna, graziosa, i begli occhi dal taglio orientale, abbarbicata su tacchi da 12 cm, Elisa, laureanda in criminologia, è una ragazza tutta pepe ma anche tutta crisi. Qui la troviamo, calata nel sogno di diventare giornalista, sbarcare il lunario a Bologna consegnando in motorino le pizze, con un compenso di otto euro in nero all’ora, sotto padrone pakistano, il “pancione” Atef – mestiere di cui si vergogna terribilmente -, ma anche passare le notti, lei, fanatica della salsa, in una discoteca latino-americana, il Mulata, dove i tipi perbene scarseggiano decisamente.

L’altra parte della sua personalità è quella formata dalla terribile zia, la prof. Fausta Zenzero, che le ha fatto imparare a memoria tutta la Divina Commedia, un canto al giorno. Così la ragazza cita Dante a piè sospinto: Dante ha una soluzione per tutto!

Tutto questo non facilita però la conquista, da parte della nostra giovane detective, dell’ispettore di polizia Gabriele Basilica, tipo sposato e scontento del suo noioso matrimonio.

Questo giallo intreccia il suo racconto attorno alle indagini dei suoi simpatici personaggi, ma non si risolve in questo: è attento e interessato a descrivere la città dove si ambienta, le vie, le viuzze e la folla variegata della Bologna notturna. Notti di sballo e morte, notti di indagini per una giovane laureanda in cerca di posto fisso e salario.

 

Il testo è tratto dall’aarticolo di Giovanni Pacchiano sul Sole 24 Ore del 21-08-11

 

 

 

Il libro

Marilù Oliva, Fuego!, Elliot, Roma, 2011

 

 

 

Il precedente successo dell’autrice

Tu la pagaràs, Elliot, Roma, 2010

 

 

 

L’autrice

 

La casa editrice

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

 

AC

About these ads

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: