Archive for the ‘Filosofia’ Category

Della stessa leva, Norberto Bobbio ed Eugenio Garin

28 novembre 2011

 

 

 

Della stessa leva raccoglie per la prima volta il dialogo epistolare tra Norberto Bobbio ed Eugenio Garin, protrattosi per oltre mezzo secolo dal 1942 al 1999. Un prezioso apparato di appendici testuali, con contributi di recensioni, interviste e articoli dei due interlocutori, oltre alle lettere inedite scambiate con alcune rilevanti figure degli ambienti della cultura e dell’editoria da loro frequentati, rende questo libro un’importante fonte di riflessione sul passato e sul presente del nostro Paese. Il volume è a cura di Tiziana Provvidera e Oreste Trabucco; premessa di Maurizio Torrini.

La terza via, in Italia, non è una chimera, ancorché di rado si manifesti. Non vi sono solo l’Italia degli sciocchi e l’Italia dei malfattori, secondo la distinzione brechtiana (Chi non conosce la verità è sciocco; chi la conosce e dice che è bugia è un malfattore). Vi è, a contrapporvisi, un’Italia civile, quale rifulge dal carteggio 1942-1999 dei due importanti filosofi.(…) Di idem sentire in divergenza, in primis sulla questione cultura-fascismo: Bobbio sostiene che il fascismo non ha elaborato una originale cultura reazionaria, Garin distingue: “Se non c’è stata, come non c’è stata, una cultura fascista, certamente una cultura ‘del tempo del fascismo’ c’è stata”. (…) Tangentopoli è alle porte. La prima Repubblica è in agonia. E la seconda si annuncia come la sua continuazione. Il filosofo militante della democrazia, programmaticamente seminatore di dubbi, di fronte alla disfatta o al disfacimento non esita a chiamarsi in causa: “… sconfitta di una classe dirigente, alla quale io stesso appartengo, condividendone la maggior parte delle responsabilità”. Un’autocritica tanto più severa, smisuratamente severa, quanto più elevato è il modello, assunto fin dagli anni liceali: Piero Gobetti. (Gobetti e Gramsci, una liaison che nei due maestri si riverbera: Bobbio lettore di Gobetti, Garin di Gramsci). (…) Garin annuncerà d’essere “tornato a esplorare […] il mondo della memoria, certo meraviglioso per la quantità, ma così triste, almeno il mio, per tutti i fallimenti”. E Bobbio, avvertito che “la mia memoria è sempre più annebbiata, trattiene più i ricordi dell’infanzia e dell’adolescenza”, concluderà: “Il nostro tragico secolo non poteva finire più tragicamente. Nessuna speranza che il prossimo sia migliore”. Sarà stata per loro almeno di conforto la paolina certezza di aver combattuto la buona battaglia. Laicamente, leopardianamente: “Io solo combatterò, procomberò sol io”.

Dall’articolo di Bruno Quaranta sul settimanale TuttoLibri della Stampa pubblicato in data 24-09-2011

 

 

 

 

Il libro

 

 

 

La casa editrice

Nino Aragno Editore Logo

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

 

AC

 

Self Comes to Mind. Constructing the Conscious Brain, Antonio Damasio

16 ottobre 2011

 

 

 

In Self Comes to Mind. Constructing the Conscious Brain, Antonio Damasio rilancia l’importanza primaria del tronco encefalitico nel cammino della mente verso l’io.

È questo un approccio ricco di suggestioni non sempre ben corroborate. Il filosofo John Searle lo ha ringraziato per avergli chiarito tramite email quel che voleva dire. Tuttavia, pur apprezzando il libro, pensa però che non sia sulla buona strada. Neanche la recensione-saggio che Searle gli ha fatto sul New York Review of Books – il 9 giugno 2011 – aiuta a capire il lavoro dell’autore.

 

Quel che possiamo dire è che la ricerca naturalistica ha trovato aree della corteccia attive nelle attività di mente e coscienza, delle quali, entro certi limiti, si conoscono le attività elettro-chimmiche. La metodologia della ricerca, che cerca di capire se e in che misura la correlazione fra eventi mentali e aree cerebrali attive è causale, è ben strutturata, e i protocolli che accompagnano le comunicazioni sono dettagliati ed esaurienti. La ricerca punta alla conoscenza delle connessioni fra le aree corticali e sottocorticali, alla plasticità della corteccia a seconda delle esperienze, al ruolo dei geni e della distribuzione causale dei neuroni, alle conseguenze dell’invecchiamento sui processi cognitivi. La scoperta della sincronizzazione delle cellule di reti neurali geneticamente omogenee nei processi della coscienza è stata, ad esempio, fondamentale per capire la formazione e il funzionamento delle mappe neuronali. (…) Per l’autore l primo passo del cervello sulla via della coscienza  sarebbe la mente inconscia, risultato dell’aggregazione di mappe corticali flessibili diffuse in tutto il cervello. (…) L’unica interpretazione possibile è che la mente inconscia, primo passo dei meccanismi del cervello verso la coscienza, sarebbe l’insieme di ciò che si percepisce, prima che sia percepito. Il cervello crea l’io, il Self, di cui l’autore – riprendendo in parte William James – descrive tre stadi e che considera essenzialmente costituito da qualia (senso di piacere, dolore, il senso dell’esperienza ecc…). Quando l’Io, che non è un nucleo del cervello, ma un processo nervoso, si aggiunge al processo fino allora inconscio della mente, nasce la coscienza, che è “uno stato della mente in cui c’è la conoscenza di se stessi e dell’ambiente”. (…) Pagine non prive d’interesse su descrizioni fenomenologiche dei qualia, del feeling delle emozioni, della memoria si alternano a modelli speculativi d’eventi per i quali l’approcco naturalistico sarebbe indispensabile. Questo libro è la conferma che le riflessioni sulla coscienza senza riferimenti ai correlati nervosi sono costruzioni spesso lussureggianti, ma che non spiegano nulla.

 

Il testo è l’articolo di Arnaldo Benini sul settimanale Domenica del Sole 24 Ore il 25-09-11

L’immagine in apertura è un’illustrazione di Anna Godeassi

 

 

 

 

Il libro

Antonio Damasio, Self Comes to Mind. Constructing the Conscious Brain, Cornerstone, London, 2010

 

 

 

L’autore


 

 

 

La libreria

 

 

 

 

 

AC

Ama il prossimo tuo, Enzo Bianchi, Massimo Cacciari

12 ottobre 2011

 

 

 

 

Ama il prossimo tuo è il saggio scritto a quattro mani da Enzo Bianchi e Massimo Cacciari, e pubblicato dal Mulino.

 

È il “comandamento nuovo” che umanizza e dà un significato universale a tutti gli altri che, se assunti nella loro pienezza, convergono verso questo appello unitario. Esso esprime la rottura più importante compiuta da Gesù rispetto al giudaismo: la logica della religione dei Padri si apre a una dimensione “altra”, segnando il passaggio dalla Legge mosaica alla legge dell’Amore, come presenza di Dio nella storia. Ma a chi mi faccio prossimo? È possibile oltrepassare la solitudine del singolo per aprirsi all’altro? Un comandamento difficile e quasi sempre smentito: si può non praticarlo, ma non si può negarlo e non riconoscere che ha cambiato alla radice la storia dell’uomo.

 

 

 

Il testo è tratto dal sito del Mulino

L’immagine in apertura è il San Cristoforo, San Rocco e San Sebastiano (1532/1535) di Lorenzo Lotto

 

 

 

Enzo Bianchi, priore della Comunità monastica di Bose, ha insegnato Teologia biblica nell’Università San Raffaele di Milano e collabora con La Stampa, la Repubblica, Avvenire e la rivista Jesus. Tra i suoi testi, che coniugano spiritualità cristiana e cammini di umanizzazione, ricordiamo i più recenti: Il pane di ieri (2008), Ogni cosa alla sua stagione (2010), L’altro siamo noi (2010), tutti pubblicati con Einaudi e Una lotta per la vita (San Paolo, 2011).

Massimo Cacciari insegna Estetica nella Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano. Tra i libri che ne hanno più segnato la ricerca: Krisis (Feltrinelli, 1976), e pubblicati con Adelphi, Icone della legge (1985), Dell’Inizio (1990), il dittico europeo Geofilosofia dell’Europa (1994) e L’Arcipelago (1997), infine Della cosa ultima (2004) e Hamletica (2009). In questa stessa collana ha pubblicato con P. Coda Io sono il Signore Dio tuo (2010).

 

 

 

 

Il libro

 

 

 

 

Gli autori

 

 

 

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC

E’ morto Martin Gardner

27 maggio 2010

Lo scrittore e filosofo statunitense Martin Gardner e’ morto a Norman, in Oklahoma (Usa), all’eta’ di 95 anni. Considerato il piu’ autorevole e prolifico scrittore di matematica ricreativa (ha scritto oltre 70 libri), Gardner curò, dal 1956 al 1981, per il mensile Scientific American una rubrica di enigmi e giochi matematici divenuta popolare in tutto il mondo.

Gardner ha scritto libri di filosofia e letteratura ed è stato curatore di storie rompicapo per la rivista di fantascienza Asimov’s Science Fiction diretta da Isaac Asimov, ha inoltre divulgato i libri di Carroll, pubblicando una famosa edizione delle avventure di Alice nel paese delle meraviglie e di Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò.

Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò (Longanesi , 1999)

Carnevale matematico. Da Scientific American nuovi problemi divertenti di logica e varia scienza (Zanichelli , 1977)

Enigmi e giochi matematici (Sansoni , 1990) Enigmi da altri mondi. Fantastici rompicapo dalla rivista di fantascienza di Isaac Asimov (Sansoni , 1986)

L’ universo ambidestro. Nel mondo degli specchi, delle asimmetrie, delle inversioni temporali (Zanichelli , 1984)

L’ incredibile dottor Matrix. Predizioni, magie, coincidenze nel mondo della numerologia (Zanichelli , 1982)

Circo matematico. Una nuova serie di enigmi e giochi matematici (Sansoni , 1981)

Altri libri di Gardner

Il crepuscolo di un idolo: in Francia un libro del filosofo Michel Onfray demolisce Freud

3 maggio 2010

In Francia un libro del filosofo Michel Onfray demolisce Freud e accende le polemiche fra gli intellettuali.

Le Crepuscule d’une Idole, Michel Onfray (Grasset).

Fra le opere di Onfray: il Trattato di ateologia (2005), Teoria del corpo amoroso (2006) e i primi tre volumi della Controstoria della filosofia (2006-2009).

Fonte: Livres Hebdo (27/04/2010) – Corriere della Sera (18/04/2010)

Da tenere d’occhio nel 2010 – in uscita nel mese di marzo

1 marzo 2010

Dal sito del Guardian i libri da tenere d’occhio nei primi tre mesi del 2010.

Marzo
– Fiction

Ian McEwan, Solar (Vintage)

Dopo il successo di The Road Home (premio Orange) Trespass di Rose Tremain (Vintage)

Don DeLillo, Point Omega (Macmillan)

Il romanzo d’esordio di Alex Preston, This Bleeding City (Faber) e Marilyn Chin, Revenge of the Mooncake Vixen (Hamish Hamilton).

- Economia

Michael Lewis, autore di Liar’s Poker, The Big Short, (Penguin)

- Cosmologia

Are We Alone in the Universe? Paul Davies (Penguin).

- Reportage

Zeitoun, Dave Eggers (Penguin), il racconto dei sopravvissuti all’uragano Katrina del 2005.

Febbraio
– Fiction

Jon McGregor, Even the Dogs (Bloomsbury)

Joshua Ferris, The Unnamed (Penguin)

Il nuovo, atteso romanzo di Martin Amis The Pregnant Widow (Vintage), ambientato in Italia, nell’estate del 1970.

Dopo il successo di Small Island (2004) il nuovo romanzo di Andrea Levy The Long Song (Headline Review).

Peter Carey, Parrot and Olivier in America (Faber).

La prima traduzione inglese del libro considerato il capolavoro dello scrittore francese, premio Nobel nel 2008, JMG Le Clezio: Desert (Atlantic),

Paul Murray, Skippy Dies (Penguin)

- Filosofia

What Darwin Got Wrong, Jerry Fodor & Massimo Piattelli-Palmarini (Profile).

- Arte

Van Gogh, by Tim Hilton (HarperPress). La prima biografia completa di Vincent van Gogh.

- Femminismo

Dall’autrice di The New Feminism (1999), Living Dolls,  Natasha Walter (Little, Brown).

- Volo

Fly by Wire, by William Langewiesche (Penguin).

- Filosofia

Michelangelo’s Finger: An Exploration of Everyday Transcendence, Raymond Tallis (Atlantic)

- Psicologia

How Many Friends Does One Person Need? by Robin Dunbar (Faber)

- Poesia

The Wrecking Light, Robin Robertson (Macmillan).

- Libri per bambini

Fighting Ruben Wolfe, by Markus Zuzak (Random House) (Età 11+)

Blue Chameleon, Emily Gravett (Macmillan) (Età 2+)

TimeRiders, Alex Scarrow (Penguin). (Età 10+)

Gennaio
– Fiction

Dal premio Nobel Orhan Pamuk The Museum of Innocence (Faber)

EL Doctorow, Homer and Langley (Little, Brown)

John Wyndham, Plan for Chaos (Penguin)

Belinda Bauer, Blacklands (Transworld)

- Storia della Scienza

Seeing Further: The Story of Science & the Royal Society, edited by Bill Bryson (HarperPress)

- Memorie

Must You Go?My Life with Harold Pinter, Antonia Fraser (Orion). Un libro di memorie di uno dei più clelebri matrimoni letterari del nostro tempo.

- Poesia

Love Poems, Carol Ann Duffy (Picador)

A Hospital Odyssey, Gwyneth Lewis (Bloodaxe)

- Musica

The Cello Suites: In Search of a Baroque Masterpiece, Eric Siblin (Vintage)

Whoops! Why Everyone Owes Everyone and No One Can Pay, John Lanchester (Penguin). Una guida lucida e illuminante sul mondo della finanza e del credito.

- Libri per bambini

Enchanted Glass, Diana Wynne Jones (HarperCollins). (Età 9+)

Fonte: The Guardian, Saturday 2 January 2010

Jürgen Habermas compie ottant’anni

15 giugno 2009

Jürgen Habermas, filosofo, storico e sociologo tedesco, compie ottant’anni.

L’editore Suhrkamp ha recentemente pubblicato in edizione economica, in cinque volumi, i saggi del filosofo.

Philosophische Texte
Jürgen Habermas
Suhrkamp Verlag, 2009

Fonte: Il Sole 24 Ore – DOMENICA – Domenica 14 Giugno 2009

Libon.it

Simone Weil: febbraio 2009, centenario della nascita

3 febbraio 2009

Febbraio 2009: centenario della nascita di Simone Weil.

“Écrits de Marseille 1940-1942″ Simone Weil (Gallimard, 2006)

CahiersSimone Weil (Gallimard, 2002)

Lettre à un religieuxSimone Weil (Seuil , 1999)

Oeuvres”  Simone Weil (Gallimard, 1999)

Les valeurs chez Simone WeilJulien Molard (Parole et silence , 2008)

Simone Weil. Texte intégral de son Autobiographie spirituelle” Julien Molard (Parole et silence , 2005)

La condition ouvrièreSimone Weil (Gallimard , 2002)