Archive for 3 novembre 2010

Premi letterari francesi: Grand Prix du Roman e Prix Femina 2010

3 novembre 2010

L’ Académie française ha assegnato giovedì scorso, 28 ottobre 2010, il Grand Prix du Roman a Nagasaki di M. Eric Faye. Al vincitore andrà un compenso di 7500 €.

Il Prix Femina 2010 è stato assegnato ieri, martedì 2 novembre, a Patrick Lapeyre con La vie est brève et le désir sans fin (P.O.L).

“La vie est brève et le désir sans fin est un livre sur les affres de l’amour, vues du point de vue masculin. Il met en scène deux hommes, l’un marié, à Paris, l’autre pas, à Londres, tous les deux amoureux de la même femme, assez énigmatique, et qui va de l’un à l’autre. Il y a celui qui hésite, et celui qui attend, tous les deux souffrent.”

 

AC

 

Fonte: http://blog.prix-litteraires.info/

L’Italia che legge, Giovanni Solimine.

3 novembre 2010

Giovanni Solimine, L’Italia che legge, Laterza, Bari, 2010.

Il lettore italiano risponde al profilo medio di un giovane (con una punta massima del 65% tra gli 11 e 14 anni) dei centri urbani, sotto i 34 anni, che gode di un certo benessere e fra gli obiettivi di vita ha il miglioramento professionale e culturale. La maggior parte è donna. Poi ci sono 20 milioni di italiani che non leggono libri e fra i non lettori assoluti (né di libri né di giornali) spiccano gli uomini adulti. Perché? Perché nella società italiana si sono affermati valori e stili di vita che evidentemente non riconoscono alla cultura, in particolare quella scritta, un ruolo di primo piano. Giovanni Solimine analizza i numeri di questa incrollabile allergia alla lettura, riflette sul profilo di chi legge, sui suoi gusti e sui suoi stili di vita, confronta i dati del panorama del libro e dell’editoria con gli altri consumi culturali e delinea qualche possibile strategia per voltare finalmente pagina.

Giovanni Solimine insegna presso l’Università di Roma La Sapienza. Si occupa di multimedialità e tecnologie dell’informazione, di promozione della lettura, di progettazione e gestione delle biblioteche. Già presidente dell’Associazione italiana biblioteche, è direttore del “Bollettino AIB. Rivista italiana di biblioteconomia e scienze dell’informazione” e di “Libri e riviste d’Italia”, periodico del Centro per il libro e la lettura.

 

AC

 

Fonte: http://www.laterza.it/index.php?option=com_content&view=article&id=275:litalia-che-non-legge&catid=35:universita&Itemid=103