Spinoza e le inezie puerili

Spinoza e le inezie puerili, Walter Lapini.     Eccolo su LibOn.it

Partendo da una circoscritta questione interpretativa e allargando progressivamente la visuale, Walter Lapini sottopone a un attento screening una recente edizione delle opere di Spinoza, in particolare concentrandosi sulla traduzione dal latino all’italiano del Trattato Teologico-Politico. La serrata analisi di Lapini, dichiaratamente priva di risvolti teoretici, ma condotta con vigile occhio di classicista, non solo intende evidenziare le trappole in cui necessariamente cade colui che si accosti alle lingue antiche senza un’adeguata preparazione e una specifica forma mentis, ma si propone anche, anzi soprattutto, di esprimere preoccupazione e allarme per la condizione di degrado verso cui l’attuale editoria scientifica sembra inesorabilmente avviata.

L’autore

Walter Lapini insegna Lingua e Civiltà Greca presso l’Università di Genova. Si è occupato di storiografia greca classica (Tucidide, Senofonte), di teatro attico (Eschilo, Aristofane), di scuola aristotelica (Teofrasto, Eraclide Pontico), di poesia ellenistica e di testi letterari su papiro. Dirige insieme a Franco Montanari il Lessico dei Grammatici Greci Antichi (LGGA).

 

Le sue pubblicazioni

Ricordiamo i saggi:

  1. La guerra ionica, Genova, Il Melangolo, 2002;
  2. Studi di filologia filosofica greca, Firenze, Olshki, 2003;
  3. Capitoli su Posidippo, Alessandria 2007.

 

AC                                                 LibOn.it

 

Fonte: Ilmelangolo.com


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: