Il mestiere del cinema, Mario Monicelli

Il mestiere del cinema, Mario Monicelli.  Eccolo su LibOn.it

 

 

Mario Monicelli, Il mestiere del cinema, Donzelli, Roma, 2009

A Monicelli non interessa tanto narrare gli aneddoti di una storia personale fuori dall’ordinario. Nel racconto veste piuttosto i panni di un artigiano, pronto a svelare le tecniche e i segreti di quel mestiere complesso a cui ha dedicato una vita intera. La testimonianza del creatore della commedia all’italiana si trasforma in una lezione di cinema: vengono ripercorsi i momenti fondamentali che hanno dato vita a tanti capolavori. Una lunga scuola che coincide con gli anni d’oro del cinema italiano, con l’invenzione di una “stagione italiana” di cui Monicelli è insieme figlio e creatore. Tanti gli incontri decisivi: Rossellini, De Sica, Antonioni, Totò, i grandi sceneggiatori (Age e Scarpelli, Benvenuti, De Bernardi, Suso Cecchi D’Amico), e poi la scoperta, in ruoli inediti, di Alberto Sordi e Vittorio Gassman. Sceneggiatura, accorta preparazione delle riprese, lavoro con gli attori, montaggio, doppiaggio (il maestro infatti non è mai passato a registrare il suono in presa diretta) sono tutti momenti cruciali che Monicelli racconta chiarendo le precise ragioni di scelte tecniche e artistiche di un vero e proprio metodo. Una carrellata lungo settant’anni di cinema italiano, in cui affiorano la forza e il segreto del genio di Monicelli.

 

AC                                                LibOn.it

 

Fonte: Wuz.it

 

 


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: