Odore di chiuso, Marco Malvaldi

Odore di chiuso è un giallo ameno, come il suo protagonista Pellegrino Artusi, qui in veste di buongustaio, ma anche di detective.

Dice l’autore Marco Malvaldi che il suo investigatore gli fa venire in mente Maigret: massiccio, fine osservatore, ruminante nel cibo come nella riflessione. Per dipanare la complessità del mondo deve prima digerirla.


Era un gaudente (…) benché non fosse un crapulone, mangiare era la sua attività prediletta. O quasi. Diciamo ex aequo con un’altra. Che praticava di preferenza con domestiche, sartine o vedove non proprio inconsolabili. Era un scapolo inflessibile, progressista, favorevole al divorzio.

 

Gli stralci di articolo pubblicati provengono dal Venerdì di Repubblica, venerdì 21 gennaio 2011, pag.20-21

 

 

Il libro

Marco Malvaldi, Odore di chiuso, Sellerio, Palermo, 2011

 

L’autore

Marco Malvaldi

 

 

AC                                                            LibOn.it


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: