Dizionario delle idee non comuni, Armando Massarenti

 

Il Dizionario delle idee non comuni di Armando Massarenti è una mappa per orientarsi nel pensiero e nella vita: da “libertà”, “morale” e “verità”, passando per “caccole”, “karaoke” e “Lourdes”. Idee spiazzanti per imparare a vivere meglio.

Se recensire un libro (saggistica o narrativa) significa percorrerlo, sviscerarlo e raccontarlo (o criticarlo), fare lo stesso con un dizionario significa entrare in un labirinto e perdercisi. Il centro è dappertutto. È un po’ come una casa dove ogni finestra è una porta d’entrata: ma la casa poi intrappola, diventa una prigione senza vie d’uscita. Ogni dizionario è una biblioteca e ogni biblioteca è un labirinto.

 

Borges diceva che il dizionario è un inganno. Come tutte le definizioni. Il dizionario è fatto di termini e definizioni: allora bisognerebbe prima definire i termini, poi definire le definizioni partendo da ciascun termine che le compone.

 

Detto questo, parlando dell’opera di Massarenti, ci accorgiamo che vuole spiazzare il lettore non tanto nell’intrico di richiami e rimandi interni alla sua struttura, quanto nell’analisi dei significati dei termini. Nell’abituare il lettore a non dare niente per scontato. 172 termini e 172 definizioni che pongono interrogativi più che dare soluzioni.

 

 

Sono qui pubblicati stralci dall’articolo di Michele Ainis sul Domenicale del Sole24 Ore di domenica 30 gennaio 2011, pag.17

Le immagini fanno riferimento a opere di Michelangelo Pistoletto

 

 

Il libro

Armando Massarenti, Dizionario delle idee non comuni, Guanda, Parma, 2011

 

L’autore

Armando Massarenti

 

 

AC                                              LibOn.it


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: