Red Capitalism, Carl E. Walter e Fraser J.T. Howie

Red Capitalism, The Fragile Financial Foundation of China’s Extraordinary Rise spiega come il governo cinese abbia completamente riformato il proprio sistema economico e finanziario nell’arco di 30 anni, da quando ha ingaggiato il duello con le economie occidentali.

Al posto di una serie di stabili politiche per una crescita economica regolare, il governo cinese ha lasciato che il settore della finanza fosse sbalzato da grandi picchi di crescita a forti rallentamenti in ogni decennio.

L’ultimo decennio è un po’ diverso. Le banche sono diventate oggetto di lotta politica mentre vacillavano sotto bilanci gonfiati da un politica di prestiti eccessiva e le emissioni obbligazionarie del 2009.

Il modello finanziario ed economico cinese non può essere modello per l’economia occidentale. Tuttavia non rappresenta un buon ordinamento nemmeno per la stessa Cina, che cerca sempre più di imporre la propria influenza a livello planetario.

 

Questa non è la storia di un imminente collasso, ma il dispiegamento della massa formata da tutte le riforme mancate ed eluse dal governo cinese. Ancora per diversi anni nessuna vera riforma del sistema economico cinese potrà occupare un posto di rilievo nell’agenda politica del governo.

 

 

Il libro

Carl E. Walter & Fraser J.T. Howie, Red Capitalism, The Fragile Financial Foundation of China’s Extraordinary Rise, John Wiley and Sons Ltd, Chichester, 2011

 

Offerta di LibOn per i volumi della casa editrice Wiley

 

 

 

AC                                                  LibOn.it


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: