Babylon City of Dreams

 

Babylon City of Dreams è la prima rivista culturale italiana pensata per l’iPad che uscirà mensilmente; ogni numero avrà aggiornamenti e approfondimenti nel tempo, scaricabili da AppStore in italiano o inglese.

Natale 2010 non è stato il momento di svolta per l’ebook in Italia (come si pensava), ma forse la rivoluzione del libro elettronico è cominciata allora. Il 2010 è comunque l’anno zero da cui partire per fare previsioni, corrispondente al 2007 americano quando sul mercato, nel mese di novembre, irrompe il Kindle (commercializzato da Amazon) e niente, per l’editoria, è più come prima.

 

Il punto dei libri elettronici, al di qua e al di là dell’Atlantico, l’ha fatto ieri il convegno internazionale If Book Then (post di LibOn), tenutosi a Milano. Nel confronto tra situazione americana ed europea si sono incontrate e scontrate visioni radicali e diverse del fenomeno ebook.

Se Henning Fischer, olandese esperto di strategie comunicative sul web, prevede una coabitazione di carta e libro digitale, Mike Shatzkin vaticina con certezza la morte delle librerie.

Non dico che scompariranno i libri di carta, ma i librai sì. Si è visto che chi possiede Kindle compra tre volte di più di quello che comprerebbe in libreria. In America il processo è già iniziato, i piccoli bookshop hanno chiuso e presto toccherà agli altri (…) Per l’Europa è solo questione di tempo, succederà anche qui nel giro di pochi anni.

 


In America la penetrazione dell’ebook è dell’8-10%, in Europa dello o,5-o,7%. La Gran Bretagna sembra avviata a seguire gli Usa, mentre Germania, Francia, Italia e Spagna avranno un percorso più lento e graduale. Ma ciononostante inarrestabile.

 

 

 

 

 

 

 

AC                                                     LibOn.it



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: