Archive for 11 febbraio 2011

L’uomo artigiano, Richard Sennett

11 febbraio 2011

 

L’uomo artigiano è il libro dove il grande sociologo della London School of Economics e della New York University spiega come recuperare il valore del lavoro artigianale nella nostra epoca.

Quello di cui parla è un umanesimo hi-tech. La crescita di una bottega rinascimentale ai tempi di internet.



 

Saper fare bene le cose per il proprio piacere: una regola di vita semplice e rigorosa che ha consentito lo sviluppo di tecniche raffinatissime e la nascita della conoscenza scientifica moderna. Fabbri, orafi, liutai univano conoscenza materiale e abilità manuale: mente e mano funzionavano rinforzandosi, l’una insegnava all’altra e viceversa.


 

Ma non è il solo lavoro manuale a giovarsi della sinergia tra teoria e pratica. Perché chi sa governare se stesso e dosare autonomia e rispetto delle regole, sostiene Sennett, non solo saprà costruire un meraviglioso violino, un orologio dal meccanismo perfetto o un ponte capace di sfidare i millenni, ma sarà anche un cittadino giusto.

 

L’uomo artigiano racconta di ingegneri romani e orafi rinascimentali, di tipografi parigini del Settecento e fabbriche della Londra industriale, un percorso storico attraverso cui Sennett ricostruisce le linee di faglia che separano tecnica ed espressione, arte e artigianato, creazione e applicazione. Il miglior esempio di “saper fare” moderno? Il gruppo che ha creato Linux, gli artigiani della moderna cattedrale informatica. Questo infatti non è un libro nostalgico, ma una ricerca intorno al significato più profondo di “lavoro fatto a regola d’arte”.


 

La presentazione del libro è tratta dal sito di Feltrinelli editore

Didascalia delle opere raffigurate: Apollo di Veio scultura in terracotta dipinta, fine del VI secolo a.C., attribuita allo scultore etrusco Vulca , Museo nazionale etrusco di Villa Giulia a Roma, Pietà Rondanini Michelangelo Buonarroti,  Amedeo Modigliani – Testa femminile (Londra, Tate Gallery, 1911-12), Obelisco di Via Roma , Lampedusa (Fotografia scattata in data 14/10/2010).


Il libro

 

 

Richard Sennett, L’uomo artigiano, Feltrinelli, Milano, 2008

L’autore

Il sito del sociologo

La libreria

 

 

 

AC                                             LibOn.it

Storia segreta del male oscuro, Gary Greenberg

11 febbraio 2011

 

Storia segreta del male oscuro è “probabilmente il libro più profondo sulla depressione che sia mai stato scritto”. “Un libro lucido, assolutamente rivelatore. Con tatto Greenberg discute tutti i problemi legati alla depressione. Mescolando casi clinici alle vicende personali, ci offre una storia straordinaria e commovente.”

La depressione è la malattia del secolo, la più insondata e sottile. Ma è anche uno dei più grandi affari. Con uno stile ironico e appassionato, Greenberg ci accompagna in un viaggio alla scoperta di che cosa si trova dietro il male oscuro.

Gli antidepressivi sono tra i medicinali più venduti, gli psicologi sono assediati da pazienti e sembra che la tristezza sia la malattia più diffusa nel mondo occidentale. Le nostre debolezze e l’imperativo della felicità a tutti i costi per alcuni si sono trasformati in una vera e propria miniera d’oro.

 


Lo psicoterapeuta autore di questo saggio ci svela gli interessi economici, gli esperimenti azzardati e la manipolazione culturale di cui siamo tutti vittime.

 

 

Il libro

 

 

 

Gary Greenberg, Storia segreta del male oscuro, Bollati Boringhieri, Torino, 2011

 

 

 

L’autore

 

Gary Greenberg (sito personale)

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

 

AC                                          LiBon.it

Ereticus, Jacob Popper

11 febbraio 2011

 

Ereticus. L’ultima verità di Galileo Galilei è un romanzo storico filosofico capace di proporre un nuovo accurato ritratto dello scienziato pisano.

Il titolo strizza l’occhio al genere bestseller alla Dan Brown, ma la sostanza del libro è quella di una colta e documentata ricerca storica. Non solo della sua vita dall’infanzia nella bottega del padre alle grandi scoperte della maturità, ma anche del clima culturale dominante all’epoca delle sue ricerche, che lo oppose alla Chiesa e lo portò alla scomunica.

 

Nelle pagine del romanzo c’è tutta la ricchezza culturale dell’epoca della Controriforma, raccontata dai compagni e dai nemici di Galilei: il segretario Ercole Argenti, l’alchimista Simon Marius, il monaco Paolo Sarpi. Si vede nascere e crescere il progetto del Dialogo sopra i due massimi sistemi che scatenerà la furia degli inquisitori romani.

Ne emerge il ritratto di uno scienziato geniale, visionario e solitario, stregato dal mistero dell’universo e impegnato con ogni energia a squarciarne l’oscurità. Un ritratto di diverso da quello della Vita di Galileo Galilei (in tedesco)di Bertol Brecht; un’opera dalla vita editoriale controversa e rocambolesca.

 

L’articolo è tratto da Il Venerdì di Repubblica, venerdì 11 febbraio 2011, pag. 87-88

 

 

Il libro

 

 

Jacob Popper, Ereticus. L’ultima verità di Galileo Galilei, Castelvecchi, Roma, 2011

 

 

 

 

La libreria internazionale

 

 

 

 

AC                                   LibOn.it