La società eccitata, Christoph Turcke

 

 

La società eccitata. Filosofia della sensazione è un’acuta riflessione sul sensazionalismo in cui viviamo immersi, e che ci rende sempre più avidi di stimoli. Autore Christoph Turcke.

Il sovraeccitamento sensoriale è ormai la nostra condizione normale di esseri senzienti. Quella odierna si può definire una “società del sensazionale”: irrequietezza, movimento vorticoso, scuotimento hanno spostato la soglia stessa del percepibile. Siamo massa eccitata ed eccitabile.

 


Questa società, l’estrema propaggine della società dello spettacolo di cui parlavano Guy Debord e i situazionisti, ha trasformato il sensazionale in regime di vita, oltre che in industria.

La sovraesposizione agli stimoli, producendo assuefazione a ciò che impressiona, magnetizza e sconvolge, ha inciso profondamente sull’assetto antropologico, e la lingua ha registrato lo smottamento sociale: la sensazione, da fenomeno percettivo è diventata sinonimo di shock.

 


Lo sguardo critico di Turcke si volge all’indietro nella storia, risale alla modernità dal Rinascimento all’illuminismo, a oggi, per mostrare come la situazione odierna sia la conseguenza di una evoluzione secolare.

 


 

Le immagini pubblicate appartengono al blog di Privalia

 

Il libro

Christoph Turcke, La società eccitata. Filosofia della sensazione, Bollati Boringhieri, Torino, 2011

 

 

L’autore

 

Christoph Turcke SITO università di Lipsia

 

 

 

 

 

AC


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: