Italiani senza padri, Emilio Gentile

 

Italiani senza padri. Intervista sul Risorgimento è un saggio di Emilio Gentile sotto forma di intervista, curato da Simonetta Fiori.

La festa dei centocinquant’anni di unità cade in un’Italia smarrita, un paese che rinnega se stesso e i propri padri fondatori.

 

Ma perché abbiamo un cattivo rapporto con il movimento nazionale che diede origine allo Stato italiano? E per quale ragione ci sentiamo italiani, ma non cittadini di uno Stato nazionale?

Emilio Gentile ripercorre un secolo e mezzo di storia italiana attraverso la lente del rapporto con il Risorgimento e nel confronto con le voci più autorevoli della storiografia italiana e straniera.

 

Da una riflessione svolta senza retorica, senza condanne e senza apologie, emerge il ritratto realistico di un popolo continuamente oscillante fra euforia e depressione, orgoglio e avvilimento, presunzione di grandezza e complesso di inferiorità.

 

Una comunità rissosa, incapace di accordarsi su cos’è l’Italia e cosa sono gli italiani.

 

 

Le immagini visualizzate sono cinque foto di “padri” italiani: Don Lorenzo Milani, Don Giuseppe Diana, Don Giacomo Panizza, Don Luigi Ciotti, Don Andrea Gallo.

 

 

Il libro

Emilio Gentile, Italiani senza padri, Laterza, Roma-Bari, 2011  (a cura di Simonetta Fiori)

 

 

L’autore

 

 

 

Emilio Gentile, la pagina sul sito della Sapienza

 

 

 

La libreria

 

 

Visita il blog di LibOn

 

Qui i feed RSS dei post di Libon

 

 

 

AC

 

 


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: