Francesco Cavalli-Sforza e il Cosmopolitismo

 

 

Il cosmopolitismo è un tema centrale nella ricerca di Francesco Cavalli-Sforza, docente di Genetica e Antropologia all’Università San Raffaele di Milano.

 


 

Migrare è una costante dell’uomo: alla ricerca di cibo e di terra per costruire stabilità (…) L’uomo antico si diffonde dall’Africa orientale all’Europa a partire da poco meno di 2 milioni di anni fa, forse mezzo milione di anni dopo essere entrato in scena. L’uomo moderno compare di nuovo in Africa tra 150000 e 100000 anni fa. Intorno a 60000 anni fa inizia a colonizzare il resto del mondo, raggiungendo il punto più lontano dall’origine, la Terra del Fuoco, dopo 50000 anni (…) Benché la nostra sia una specie tra le più curiose, non è lo spirito di avventura a ispirare questa vasta migrazione, è piuttosto il successo incontrato dall’uomo nell’abitare gli ambienti più diversi, traendone i mezzi della propria sussistenza. Questo si traduce in un successo riproduttivo: poiché tutti vivono di caccia e raccolta, e il cibo disponibile in ogni ambiente è limitato, l’aumento numerico fa sì che, quando diviene  necessario, un gruppo si distacchi dalla propria comunità, e si spinga più lontano, alla ricerca di nuovi territori da abitare. Una volta che il pianeta è popolato, e le risorse non più sufficienti, a mantenere popolazioni in continua crescita, l’invenzione dell’agricoltura e dell’allevamento degli animali provvede a moltiplicare il cibo disponibile, accelerando così la crescita demografica (…) Diffusa dai filosofi stoici dell’antichità greca, poi dai monaci cristiani nell’Europa medievale, l’idea del cosmopolitismo torna alla ribalta nella cultura europea con l’Illuminismo. Oggi il cosmopolitismo è una scelta obbligata (…) Questo secolo, o meglio, questo millennio, porta un’ondata di migrazioni che è destinata a mutare la composizione etnica del mondo. È come se le diverse civiltà umane, dopo aver avuto 60000 anni di sviluppo indipendente, ora tornassero a confluire, rimescolandosi.

 

Il testo in corsivo è tratto dall’articolo di Francesco Cavalli-Sforza apparso sul Domenicale del Sole24ore (Domenica 3 aprile 2011)

 

 

 

 

Il libri pubblicati dall’autore con il padre

Francesco e Luca Cavalli-Sforza, Chi siamo. La storia della diversità umana, Mondadori, Milano, 1993

 

 

Francesco e Luca Cavalli-Sforza, La scienza della felicità, Mondadori, Milano, 1997

 

 

Francesco e Luca Cavalli-Sforza, Perché la scienza, Mondadori, Milano, 2005

 

 

 

Libri per approfondire

Jeremy Rifkin, La civiltà dell’empatia, Mondadori, Milano, 2010

 

 

Jeremy Rifkin, The Empathic Civilization: The Race to Global Consciousness in a World in Crisis, Jeremy P. Tarcher, 2009

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: