Juliano Mer-Khamis e il Freedom Theatre

 

 

Juliano Mer-Khamis è stato il fondatore e direttore generale del Freedom Theatre, centro culturale e scuola teatrale nel campo profughi di Jenin. Fu fondata nel 2006 con il progetto rivoluzionario di innestare lo studio e la passione nei territori della Cisgiordania occupati dalla guerra; dare nuovi occhi, orecchie e coscienze a generazioni cresciute con a fianco la morte .

 

Ieri, 4 aprile 2011, la Nena News diffonde la notizia che

 

Juliano Mer-Khamis, attore e attivista arabo-israeliano  è stato ucciso oggi da un uomo armato con il volto coperto che l’ha atteso all’ingresso del campo profughi e lo ha freddato con diversi colpi di arma da fuoco. Era figlio di Arna, ebrea israeliana, iniziatrice e fondatrice di una scuola di teatro nel campo profughi palestinese di Jenin e di un palestinese di Haifa, Saliba Khamis.
Nel 2003 aveva prodotto e diretto il suo primo documentario, “Arna’s children“, sul lavoro di sua madre volto a creare laboratori di teatro per bambini palestinesi nel campo profughi, durante gli anni ’80. Nel 2006, Juliano, aveva aperto una scuola di teatro per ragazzi e adulti, nel campo profughi di Jenin, chiamato il Freedom Theatre.
Quando è stato assassinato era in auto con la tata che si prende cura del figlio, che è rimasta ferita. Il governatore di Jenin ha immediatamente condannato l’accaduto e provveduto a far arrivare il corpo di Juliano alle autorità israeliane, presso il checkpoint più vicino. Zakariya Zubeidi, l’ex comandante locale delle Brigate dei martiri di Al Aqsa, che con Juliano aveva aperto il Teatro della Liberta, ha ipotizzato il coivolgimento di una “grossa organizzazione” dietro l’assassinio.


 

 

Di seguito pubblico un estratto dal film-documentario Arna’s children con sottotitoli in italiano e la versione completa dell’opera con sottotitoli inglesi.

 

 

 

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

 

AC


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: