Hémisphère gauche, Razmig Keucheyan

Hémisphère gauche. Une cartographie des nouvelles pensées critiques è il saggio  di Razmig Keucheyan che traccia una mappa della riflessione critica sul capitalismo.

Dall’analisi del rapporto tra Nord e Sud del pianeta alla crisi ecologica, alle trasformazioni nel mondo del lavoro, una guida ragionata su linee di ricerche teoriche che si mettono in rapporto con i movimenti sociali.


Sono passati oltre venti anni dal crollo del Muro di Berlino e in Europa si riparla di rivoluzione. Qualcosa si sta infatti muovendo anche nell'”emisfero di sinistra” del pensiero mondiale. Questa è la tesi avanzata dall’autore.

Il timido disgelo attuale segue la lunga “glaciazione” che ha colpito il marxismo occidentale a partire dagli anni Ottanta.  Con la chiusura in Europa, il pensiero critico non solo è emigrato in America, ma si è anche globalizzato, aprendosi a elaborazioni provenienti dai quattro angoli del pianeta.


Keucheyan suddivide gli intellettuali che hanno fatto parte della nuova sinistra in sei categorie:

  1. i convertiti, ovvero quelli che dopo gli anni Settanta hanno smesso di elaborare un pensiero critico (Alain Finkielkraut, Pierre Rosanvallon, Lucio Colletti);
  2. i pessimisti, che seguono il motto di Frederic Jameson per cui “è più facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo” (Perry Anderson);
  3. i resistenti, fedeli all’impegno di un tempo (Noam Chomsky, Daniel Bensaid, Alex Callinicos);
  4. gli innovatori, per i quali l’ibridazione è condizione di creatività (Michael Hardt, Toni Negri, Silvia Rivera Cusicanqui, Paul Gilroy);
  5. gli esperti, che mettono a disposizione di un progetto politico le loro competenze specialistiche (Vandana Shiva);
  6. i dirigenti, che occupano una posizione di rilievo in un gruppo politico.

Le immagini visualizzate sono illustrazioni di Anna Godeassi

Il testo è tratto dall’articolo di Teresa Pullano, su Il Manifesto, venerdì 15 aprile 2011

Il libro

Razmig Keucheyan, Hémisphère gauche. Une cartographie des nouvelles pensées critiques, Zones, 2010

La libreria

AC


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: