Matera 2019 nel cinema, nella letteratura, nell’arte: Cristo si è fermato a Eboli (Francesco Rosi)

 

 

 

Matera 2019 nel cinema, nella letteratura, nell’arte:  la “vita artistica” della città lucana. Iniziamo: Cristo si è fermato a Eboli (Francesco Rosi, 1979). In occasione della candidatura della città dei Sassi a capitale europea della cultura 2019, costruiamo un percorso rievocativo delle sue apparizioni nell’arte italiana e internazionale, così da celebrarne l’austera bellezza e ricordarne la storica antica povertà.

 

Il film del regista napoletano – con Gian Maria Volonté, Irene Papas, François Simon, Paolo Bonacelli, Alain Cuny, Lea Massari – trae spunto dal romanzo omonimo di Carlo Levi (1945): un intellettuale torinese, medico e scrittore antifascista a contatto con l’antica civiltà contadina della Lucania dov’è confinato intorno al 1935. Rosi mette la sordina alla dimensione antropologica e magica del libro di Levi e l’accento su quella sociale e politica. Un po’ raggelato nei paesaggi o lirici o didattici, ma ammirevole per l’intensità della sua delicatezza. Accanto a un Gian Maria Volonté introspettivo e sommesso e ad attori naturali ben guidati c’è un ottimo Paolo Bonacelli. (Commento del Morandini, Zanichelli, 2011)

 

 

 

 

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: