La rivoluzione incompiuta. Donne, Famiglie, Welfare, Gøsta Esping-Andersen

 

 

 

La rivoluzione incompiuta. Donne, Famiglie, Welfare, è l’ultimo saggio del sociologo danese Gøsta Esping-Andersen pubblicato dal Mulino.

È vero che sono le rivoluzioni tecnologiche a cambiare il mondo, ma nella società contemporanea altrettanto importante è stata la rivoluzione dei comportamenti femminili. Che tuttavia resta incompiuta, non solo e non tanto perché gli uomini sono restii a cambiare in pari misura, e le discriminazioni lungi dall’essere cancellate, quanto perché l’uguaglianza di genere ha fatto più strada tra i ceti più ricchi e istruiti, in cui la maggiore presenza di coppie a doppio (e alto) reddito consente anche un maggiore investimento a favore dei figli. Proprio perché incompiuta, l’emancipazione femminile rischia così, paradossalmente, di diventare un rinnovato fattore di disuguaglianza sociale. Un saggio di taglio sociologico sulla rivoluzione dei comportamenti femminili. Rivoluzione che resta incompiuta, non solo e non tanto perché gli uomini sono restii a cambiare in pari misura, e le discriminazioni lungi dall’essere cessate, quanto perché l’uguaglianza di genere ha fatto più strada tra i ceti più ricchi e istruiti, in cui la maggiore presenza di coppie a doppio reddito consente anche un maggiore investimento a favore dei figli. Per queste ragioni l’emancipazione femminile rischia, paradossalmente, di diventare un rinnovato fattore di disuguaglianza sociale.


L’autrice è professore di Sociologia nell’Università Pompeu Fabra di Barcellona. Tra le sue pubblicazioni “I fondamenti sociali delle economie postindustriali” (Il Mulino, 2000) e “Oltre lo stato assistenziale. Per un nuovo patto tra generazioni” (Garzanti, 2010).

 

 

 

 

Il libro

 

 

 

 

L’autore

 

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: