Archivio per la categoria ‘Anton Zijderveld’

Elogio del dubbio, Peter Berger, Anton Zijderveld

15 settembre 2011

 

 

Elogio del dubbio. Come avere convinzioni senza diventare fanatici è il saggio di Peter Berger e Anton Zijderveld appena pubblicato da Il Mulino.

Come affrontare, in un’epoca di grande pluralismo culturale, questioni morali pressanti come quelle dell’aborto, della bioetica, della pena di morte, della violenza? La risposta, secondo gli autori di questa piccola guida alla modernità, sta nel dubbio. Non il dubbio ottenebrante del relativismo che ci rende inetti a scegliere, storditi dalla moltitudine delle opzioni, ma un dubbio virtuoso, ironico e tuttavia capace di sorreggere la fiducia nei nostri valori senza esporla alla tentazione del fondamentalismo, che sospetta un nemico in chiunque la pensi diversamente. Un delicato esercizio di intelligenza e misura, alla ricerca di un equilibrio difficile ma tutt’altro che impossibile: coltivare le proprie convinzioni senza stringersi così tenacemente ad esse da diventare fanatici.

 

Peter Berger è professore emerito nella Boston University. Tra i suoi libri con il Mulino: La realtà come costruzione sociale (V ed. 1997) e Lo smarrimento dell’uomo moderno (2010), entrambi con T. Luckmann; America religiosa, Europa laica? (con G. Davie e E. Fokas, 2010).

Anton Zijderveld, sociologo e filosofo, è docente nella Erasmus University di Rotterdam, dopo aver insegnato negli Stati Uniti e in Canada.

 

 

 

L’immagine in apertura è un’opera di Mariano Chelo intitolata Il Dubbio

 

 

 

Il libro in italiano

Elogio del dubbio. Come avere convinzioni senza diventare fanatici, Il Mulino, Bologna, 2011

 

 

Il libro in lingua

In Praise of Doubt. How to Have Convictions without Becoming a Fanatic, HarperCollins Publishers, New York, 2010

 

 

 

La casa editrice

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC