Archive for the ‘Arte’ Category

Ron Mueck, David Hurlston. Yale University Press

2 novembre 2011

 

 

 

 

In Ron Mueck, David Hurlston pubblica per Yale University Press uno studio e un panorama critico e approfondito sull’arte, le idee e le tecniche di uno dei più importanti artisti contemporanei.

 

Nato in Australia nel 1958, figlio di artigiani costruttori di giocattoli, è un’artista iperrealista che però lavora in Gran Bretagna. I suoi primi lavori concernevano la creazione di modelli e pupazzi per la televisione dei bambini, per la quale lavora per quindici anni conducendo programmi televisivi. In tv crea scenografie, realizza burattini (i fanta-cyborg) a grandezza naturale, lavora per il cinema e per la pubblicità, ideando effetti speciali. Nel 1997 ha esordito come artista, con una scultura “Dead Dad” (Papà morto) realizzata con silicone crudo, che imitava alla perfezione la superficie del corpo umano, proprio come succede nelle due sculture esposte in seguito alla Biennale di Venezia riscuotendo un immediato successo. Le sue sculture si concentrano sulla forma umana, ritratta nei momenti più intimi, isolati e vulnerabili. Un approccio iperrealista che non manca di descrivere i sentimenti più reconditi della psiche umana, sentimenti veri, espressi con smorfie di dolore o di paura, riprodotti in grandezze esagerate, al fine di esaltarne i particolari. Lo spettatore osservando le sue grandi opere, dopo un primo senso di meraviglia e stupore, è aggredito da un misto di tristezza, imbarazzo e vergogna, come quando si viola la privacy di qualcuno. Il suo lavoro viene a tratti criticato e a tratti esaltato, ma sicuramente fa sempre discutere perché non si può restare indifferenti ad un piede gigante o a un neonato piangente riprodotto dieci volte la sua grandezza naturale. La sua scultura del ragazzo alto 5 metri è stata ospitata al Millennium Dome e successivamente esibita alla biennale di Venezia, mentre nel 2002 la scultura della donna incinta è stata acquistata dalla National Gallery of Australia. Oggi è uno degli artisti più richiesti nel panorama contemporaneo; apprezzatissimo soprattutto da quando le sue opere sono commissionate da Charles Saatchi (fondatore della Saatchi & Saatchi, la più importante agenzia pubblicitaria del mondo).

 

 

 

 

 

 

 

 

Il libro

Produced in close collaboration with the artist, this beautifully illustrated book is the first to provide a comprehensive look at Mueck’s work to date. The book offers detailed insight into the artist’s ideas and methods and features a catalogue raisonné. Essays by leading scholars highlight the depth of his practice and further affirm Mueck’s importance.

 

 

 

 

La pagina della casa editrice

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC

Annunci

Four Honest Outlaws: Sala, Ray, Marioni, Gordon, Michael Fried

20 ottobre 2011

 

 

 

 

 

Nel suo recente Four Honest Outlaws: Sala, Ray, Marioni, Gordon, Michael Fried esamina le opere di quattro artisti contemporanei: il video artista e fotografo Anri Sala, lo scultore Charles Ray, il pittore Joseph Marioni e il video artista e rielaboratore di film Douglas Gordon. L’autore fa vedere come esse non rinneghino la corrente del modernismo, bensì riprendano e trasformino alcuni suoi elementi chiave, quali “presentificazione” e “antiteatralità” dell’opera d’arte visiva. Chi ritenesse la via modernista chiusa avrà motivo di interrogarsi, se non di ricredersi, leggendo questo libro. Prima del nostro autore, Clement Greenberg invita a riconsiderare il modernismo una possibilità non tanto da storicizzare quanto da ripensare alla luce delle opere dei succitati quattro artisti di riferimento. In Italia è da poco apparsa una miscellanea di scritti di Greenberg: L’avventura del modernismo, a cura di Giuseppe Di Salvatore e Luigi Fassi. (…) Per Greenberg, artisti quali Picasso, Braque, Mondrian, Klee, Matisse, Cézanne rigettano ogni intento contenutistico e si ispirano soprattutto al medium con cui operano. Ciò vuol dire riconoscere che le arti, isolate e definite al loro interno, diventano sempre più “arti” nella modernità. Inoltre, l’autoriflessività riesce meglio nelle arti visive, che raggiungono una purezza maggiore della poesia. Pittura e scultura “appaiono ciò che fanno”.

 

 

 

 

 

Le immagini si riferiscono a opere di Charles Ray

Il testo è tratto dall’articolo di Gabriele Guercio, pubblicato da Alias il 24-09-11

 

 

 


Il libro

 

 

 

 

 

L’autore

 

 

 

 

La casa editrice

 

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC

Un libro per il nuovo anno: The Open Day Book

31 dicembre 2010

The Open Daybook, una agenda e nello stesso tempo una collezione di opere d’arte originali. 365 artisti sono stati chiamati a disegnare un’illustrazione in 24 ore e ognuna di queste è diventata una pagina.

The Open Daybook è una agenda per pianificare il futuro oppure un diario dove registrare il passato, ma anche l’espressione unica di un momento della vita di artisti diversi.

Tra gli artisti che hanno collaborato: Leanne Shapton, Miranda July, Victor Kerlow, Aurel Schmidt, David Horvitz, David Rakoff, Jill Greenburg and Echo Eggebrecht.

Il sito del libro

Da tenere d’occhio nel 2010 – in uscita nel mese di marzo

1 marzo 2010

Dal sito del Guardian i libri da tenere d’occhio nei primi tre mesi del 2010.

Marzo
– Fiction

Ian McEwan, Solar (Vintage)

Dopo il successo di The Road Home (premio Orange) Trespass di Rose Tremain (Vintage)

Don DeLillo, Point Omega (Macmillan)

Il romanzo d’esordio di Alex Preston, This Bleeding City (Faber) e Marilyn Chin, Revenge of the Mooncake Vixen (Hamish Hamilton).

– Economia

Michael Lewis, autore di Liar’s Poker, The Big Short, (Penguin)

– Cosmologia

Are We Alone in the Universe? Paul Davies (Penguin).

– Reportage

Zeitoun, Dave Eggers (Penguin), il racconto dei sopravvissuti all’uragano Katrina del 2005.

Febbraio
– Fiction

Jon McGregor, Even the Dogs (Bloomsbury)

Joshua Ferris, The Unnamed (Penguin)

Il nuovo, atteso romanzo di Martin Amis The Pregnant Widow (Vintage), ambientato in Italia, nell’estate del 1970.

Dopo il successo di Small Island (2004) il nuovo romanzo di Andrea Levy The Long Song (Headline Review).

Peter Carey, Parrot and Olivier in America (Faber).

La prima traduzione inglese del libro considerato il capolavoro dello scrittore francese, premio Nobel nel 2008, JMG Le Clezio: Desert (Atlantic),

Paul Murray, Skippy Dies (Penguin)

– Filosofia

What Darwin Got Wrong, Jerry Fodor & Massimo Piattelli-Palmarini (Profile).

– Arte

Van Gogh, by Tim Hilton (HarperPress). La prima biografia completa di Vincent van Gogh.

– Femminismo

Dall’autrice di The New Feminism (1999), Living Dolls,  Natasha Walter (Little, Brown).

– Volo

Fly by Wire, by William Langewiesche (Penguin).

– Filosofia

Michelangelo’s Finger: An Exploration of Everyday Transcendence, Raymond Tallis (Atlantic)

– Psicologia

How Many Friends Does One Person Need? by Robin Dunbar (Faber)

– Poesia

The Wrecking Light, Robin Robertson (Macmillan).

– Libri per bambini

Fighting Ruben Wolfe, by Markus Zuzak (Random House) (Età 11+)

Blue Chameleon, Emily Gravett (Macmillan) (Età 2+)

TimeRiders, Alex Scarrow (Penguin). (Età 10+)

Gennaio
– Fiction

Dal premio Nobel Orhan Pamuk The Museum of Innocence (Faber)

EL Doctorow, Homer and Langley (Little, Brown)

John Wyndham, Plan for Chaos (Penguin)

Belinda Bauer, Blacklands (Transworld)

– Storia della Scienza

Seeing Further: The Story of Science & the Royal Society, edited by Bill Bryson (HarperPress)

– Memorie

Must You Go?My Life with Harold Pinter, Antonia Fraser (Orion). Un libro di memorie di uno dei più clelebri matrimoni letterari del nostro tempo.

– Poesia

Love Poems, Carol Ann Duffy (Picador)

A Hospital Odyssey, Gwyneth Lewis (Bloodaxe)

– Musica

The Cello Suites: In Search of a Baroque Masterpiece, Eric Siblin (Vintage)

Whoops! Why Everyone Owes Everyone and No One Can Pay, John Lanchester (Penguin). Una guida lucida e illuminante sul mondo della finanza e del credito.

– Libri per bambini

Enchanted Glass, Diana Wynne Jones (HarperCollins). (Età 9+)

Fonte: The Guardian, Saturday 2 January 2010

Vincent Van Gogh – The Letters

14 ottobre 2009

Vincent Van Gogh – The Letters : The Complete Illustrated and Annotated Edition A cura di: Luijten, Hans  e Bakker, Nienke (Thames & Hudson Ltd, ottobre 2009)

L’edizione completa, risultato di quindici anni di ricerche, di tutte le lettere di Vincent van Gogh.
900 lettere, 820 delle quali scritte e 80 ricevute da Van Gogh, corredate dalle riproduzioni delle opere pittoriche alle quali fanno riferimento i documenti, che raccontano la figura del pittore e illustrano l’intero processo creativo.
La recensione del Times Online (October 8, 2009)