Archivio per la categoria ‘Iacobelli Editore’

Memoria in chiaroscuro. Diario apocrifo di Frida Kahlo, Olivia Casares

27 dicembre 2010

Memoria in chiaroscuro è un diario apocrifo, anzi, soprattutto un diario immaginario di Frida Kahlo, scritto da Olivia Casares, storica dell’arte e scrittrice ecuadoriana.

Seduce la vita di Frida Kahlo, perché fatta di lacerazioni e fratture; passione amorosa e vanità.

A 17 anni rimase vittima di un incidente stradale tra un autobus su cui viaggiava e un tram, a causa del quale riportò gravi fratture tra cui 2 alle vertebre lombari, 5 al bacino, 11 al piede destro e la lussazione del gomito sinistro, inoltre un corrimano dell’autobus si staccò, le trafisse il fianco e uscì dalla vagina. Ciò la segnerà a vita costringendola a numerose operazioni chirurgiche. Dimessa dall’ospedale, fu costretta ad anni di riposo nel suo letto di casa col busto ingessato. Questa forzata situazione la spinse a leggere libri sul movimento comunista e a dipingere. Il suo primo soggetto fu un suo autoritratto che in seguito diede in dono al ragazzo di cui era innamorata. Da ciò la scelta dei genitori di regalarle un letto a baldacchino con uno specchio sul soffitto, in modo tale che potesse vedersi, e dei colori; cosicché iniziò la serie di autoritratti. Dopo che le fu rimosso il gesso riuscì a recuperare la capacità di camminare, sebbene non senza dolori, che sopporterà a vita. Portò i suoi dipinti a Diego Rivera, illustre pittore murale dell’epoca, per avere una sua critica. Rivera rimase colpito dallo stile moderno della giovane artista tanto che la trasse sotto la sua ala e la inserì nella scena politica e culturale messicana.

Olivia Casares è nata in Ecuador nel 1955. Ha studiato negli USA e in Polonia, dove ha conseguito la laurea in Storia dell’Arte. Dal 1984 al 1992 ha insegnato Storia dell’arte presso l’Universidad Tecnológica Equinoccial di Quito e dal 1996 al 2006 ha collaborato con l’Istituto universitario orientale di Napoli. Ha scritto romanzi e racconti pubblicati in Ecuador e in Italia tra cui “La casa de don Eloy está cerrada” e “La fascinación de la medusa”. La sua prima opera tradotta in Italia è “Memoria in chiaroscuro. Diario apocrifo di Frida Kahlo” (Iacobelli, 2010).

Olivia Casares, Memoria in chiaroscuro. Diario apocrifo di Frida Kahlo, Iacobelli, Roma, 2010

 

AC                                                               LibOn.it

 

Fonte: Lankelot.eu