Archivio per la categoria ‘Premi letterari’

L’art français de la guerre, Alexis Jenni

4 novembre 2011

 

 

 

 

L’art français de la guerre è il romanzo con cui l’esordiente Alexis Jenni ha vinto il Prix Goncourt 2011.

Nell’anno in cui festeggia il centenario, l’editore Gallimard si aggiudica il più prestigioso dei premi francesi grazie allo stupefacente romanzo di un esordiente. Questa opera ambiziosa di 650 pagine rievoca la storia militare francese, dalla seconda guerra mondiale alla prima guerra del golfo. L’autore – professore di biologia di 48 anni che vive a Lione – ha impiegato cinque anni per scrivere questo vasto affresco che, con stile classico e andamento maestoso, si concentra soprattutto sulle guerre d’Indocina e d’Algeria, afrontando di petto i problemi della decolonizzazione. Costruito come un romanzo d’avventura che prova a trattare il problema della trasmissione della memoria lontano da ogni spirito celebrativo, quello che il Nouvel Observateur ha definito “un esordio magistrale” è arrivato in libreria a metà agosto, ricevendo l’accoglienza entusistica dei critice e dei lettori. Ha già venduto 60.000 copie ed è intraduzione in diversi paesi. In Italia lo pubblicherà Mondadori nel 2012.

 

 

 

Il testo è l’articolo di Fabio Gambaro pubblicato da Repubblica il 3-11-11, a pag.55

Il video in apertura è una scena (“Opium scene”) dal film Apocalypse Now (Redux): il capitano Benjamin L. Willard, risalendo il fiume alla ricerca del colonnello Walter E. Kurtz, arriva in un possedimento coloniale francese.

 

 

 

 

Il libro

 

 

 

 

L’autore

 

 

 

 

Il video dell’intervista

 

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

 

 

AC

Da Flaubert’s Parrot a The Sense of an Ending, passando per England England: le opere di Julian Barnes

3 novembre 2011

 

 

 

 

 

 

Da Flaubert’s Parrot (1984) a Arthur & George (2005) e The Sense of an Ending (2011), passando per England England (1998): ovvero le grandi opere di Julian Barnes.

Lo scrittore britannico nasce a Leicester il 19 gennaio 1946. La sua educazione si svolge alla City of London School negli anni tra il 1957 e il 1964. La sua formazione, in seguito, al Magdalen College di Oxford, dove si laurea (nel 1968) in lingue e letterature moderne. Dopo la laurea lavora per tre anni come lessicografo per l’Oxford English Dictionary. Dal 1977, lavora come critico letterario per il New Statesmen e il New Review. Dal 1979 al 1986 è critico cinematografico per il New Statesmen e poi per l’Observer. Oggi vive a Londra e scrive a tempo pieno.

I suoi romanzi e racconti sono stati visti come esempi di postmodernismo in letteratura. È stato finalista del Booker Prize tre volte: nel 1984, nel 1998 e nel 2005 (con i succitati romanzi).

Ha scritto romanzi polizieschi sotto lo pseudonimo di Dan Kavanagh: eccone alcuni tra i più conosciuti. Qui.

 

 

 

 

 

La bibliografia completa dell’autore in lingua originale

 

 

 

 

La bibliografia in traduzione italiana

 

 

 

 

Il video della conferenza stampa

 

 

 

 

 

 

La libreria

 

 

 

 

AC

Cinq mille kilomètres par seconde, Manuele Fior

7 febbraio 2011

 

Cinq mille kilomètres par seconde di Manuele Fior ha vinto il premio del miglior fumetto 2011 al Festival International de la Bande Desinée di Angouleme.


Il libro è pubblicato dalle Edizioni Coconino Press-Fandango.

Manuele Fior reçoit le Fauve d’Or, Prix du Meilleur Album parrainé par la Fnac et Sncf avec l’album Cinq mille kilomètres par seconde (Editions Atraible).

La storia d’amore tra Piero e Lucia viene presentata come il ritratto all’acquarello dei trentenni di oggi. L’Amore, idealizzato dalla lontananza, deformato dai mezzi di comunicazione sempre più veloci e brucianti, si trasforma, si esaurisce e  rivela la crudeltà del suo viso.

 

Il sito del Festival Festival International de la Bande Desinée di Angouleme.

 

 

Il libro

Manuele Fior, Cinq mille kilomètres par seconde, Edizioni Coconino Press-Fandango, 2010

 

L’autore

Manuele Fior, il suo bel sito

 

 

La libreria

 

 

 

 

 

AC                                               LibOn.it

Premi letterari francesi 2010

10 gennaio 2011

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Prix Goncourt 2010 è stato assegnato senza sorpresa al grande scrittore Michel Houellebecq, con il suo romanzo La carte et le territoire.

Il Prix Goncourt des Lycéens 2010 è stato assegnato a Mathias Énard per il suo libro Parle-leur de batailles, de rois et d’éléphants.

Il Prix Renaudot 2010 è stato assegnato, lunedì 8 novembre, a Virginie Despentes con Apocalypse bébé (Grasset).

Il Prix Renaudot des Lycéens 2010 è stato assegnato a Agnès Desarthe con Dans la nuit brune ( Éd. de l’Olivier).

Le Prix Renaudot Essai a L’affaire de l’esclave Furcy di Mohammed Aïssaoui (Gallimard), con sette voti contro un voto ciascuno per Pourquoi lire? di Charles Dantzig (Grasset) e Le crépuscule d’une idole di Michel Onfray (Grasset).

Prix Renaudot du Livre de Poche a L’origine de la violence di Fabrice Humbert (Le Livre de poche).

Il Prix Décembre è stato attribuito, martedì 9 novembre, a Frédéric Schiffter per Philosophie sentimentale (Flammarion).

L’ Académie française ha assegnato giovedì scorso, 28 ottobre 2010, il Grand Prix du Roman a Nagasaki di M. Eric Faye. Al vincitore andrà un compenso di 7500 €.

Il Prix Femina 2010 è stato assegnato ieri, martedì 2 novembre, a Patrick Lapeyre con La vie est brève et le désir sans fin (P.O.L).

Il Prix de Flore 2010 è stato assegnato a Abdellah Taïa per Le Jour du roi (Seuil).

Il Prix Médicis 2010 è andato a Maylis de Kerangal per Naissance d’un pont (Verticales).

Prix Medicis du roman étranger 2010 a David Vann con Sukkwan Island (Gallmeister).

Prix Médicis de l’essai 2010 a Michel Pastoureau per Les couleurs de nos souvenirs (Seuil).

 

AC                                             LibOn.it

Premi letterari francesi: Prix Goncourt, Prix Renaudot e Prix Décembre 2010

12 novembre 2010

Il Prix Goncourt 2010 è stato assegnato senza sorpresa al grande scrittore Michel Houellebecq, con il suo romanzo “La carte et le territoire”.

Il Prix Renaudot 2010 è stato assegnato, lunedì 8 novembre, a Virginie Despentes con Apocalypse bébé (Grasset).

Le Prix Renaudot Essai a L’affaire de l’esclave Furcy di Mohammed Aïssaoui (Gallimard), con sette voti contro un voto ciascuno per Pourquoi lire? di Charles Dantzig (Grasset) e Le crépuscule d’une idole di Michel Onfray (Grasset).

Mentre, il Prix Renaudot du Livre de Poche è andato a L’origine de la violence di Fabrice Humbert (Le Livre de poche).

Il Prix Décembre è stato attribuito, martedì 9 novembre, a Frédéric Schiffter per Philosophie sentimentale (Flammarion)

 

AC

 

Fonte: http://blog.prix-litteraires.info/

Premi letterari francesi: Grand Prix du Roman e Prix Femina 2010

3 novembre 2010

L’ Académie française ha assegnato giovedì scorso, 28 ottobre 2010, il Grand Prix du Roman a Nagasaki di M. Eric Faye. Al vincitore andrà un compenso di 7500 €.

Il Prix Femina 2010 è stato assegnato ieri, martedì 2 novembre, a Patrick Lapeyre con La vie est brève et le désir sans fin (P.O.L).

“La vie est brève et le désir sans fin est un livre sur les affres de l’amour, vues du point de vue masculin. Il met en scène deux hommes, l’un marié, à Paris, l’autre pas, à Londres, tous les deux amoureux de la même femme, assez énigmatique, et qui va de l’un à l’autre. Il y a celui qui hésite, et celui qui attend, tous les deux souffrent.”

 

AC

 

Fonte: http://blog.prix-litteraires.info/

Assegnato il Royal Society Prize for Science Books 2010

22 ottobre 2010
21 ottobre:  il Royal Society Prize for Science Books, che ogni anno premia il miglior libro scientifico, è stato assegnato a Nick Lane per il libro Life Ascending: The Ten Great Inventions of EvolutionLa lista dei sei finalisti selezionati dalla giuria

We Need To Talk About Kelvin by Marcus Chown (Faber and Faber)

Why Does E=mc2? by Brian Cox and Jeff Forshaw (Da Capo Press, Perseus Books Group)

Everyday Practice of Science: Where Intuition and Passion Meet Objectivity and Logic by Frederick Grinnell (Oxford University Press)

God’s Philosophers: How the medieval world laid the foundations of modern science by James Hannam (Icon Books)

Life Ascending by Nick Lane (Profile Books)

A World Without Ice by Henry Pollack (Avery Books, Penguin Group)

Fonte: The Royal Society, 23 October 2010

Man Booker Prize for Fiction 2010: vince Howard Jacobson con The Finkler Question

13 ottobre 2010

12 ottobre: il Man Booker Prize for Fiction 2010 è stato assegnato allo scrittore Howard Jacobson per il libro The Finkler Question, pubblicato da Bloomsbury.

Scrittore, saggista, giornalista, Howard Jacobson è stato tra i favoriti al Man Booker Prize nel 2006 e ha vinto il Jewish Quarterly nel 2007.

Tra i suoi libri tradotti in italiano: “Kalooki Nights” “L’imbattibile Walzer”, “Un amore perfetto“.

Il Man Booker Prize, il più prestigioso premio letterario britannico, viene assegnato ogni anno al miglior romanzo scritto in lingua inglese da un autore residente nei Paesi del Commonwealth.

Melinda Nadj Abonji vince il Deutscher Buchpreis 2010

11 ottobre 2010

Melinda Nadj Abonji ha ricevuto il  premio letterario “Deutschter Buchpreis 2010”  per il miglior romanzo dell’anno in lingua tedesca, per il suo romanzo “Tauben fliegen auf

I finalisti dell’edizione 2010:

Jan Faktor “Georgs Sorgen um die Vergangenheit oder im Reich des heiligen Hodensack-Bimbams von Prag” Kiepenheuer & Witsch

Thomas Lehr “September. Fata Morgana” Hanse

Melinda Nadj Abonji “Tauben fliegen auff” Jung und Jung

Doron Rabinovici “Andernorts” Suhrkamp

Peter Wawerzinek “Rabenliebe” Galiani Berlin

Judith Zander “Dinge, die wir heute sagten” Deutscher Taschenbuch Verlag

Mario Vargas Llosa vince il Nobel per la letteratura

7 ottobre 2010

7 ottobre 2010 – l’Accademia di Stoccolma ha assegnato il premio Nobel per la letteratura allo scrittore peruviamo Mario Vargas Llosa “per la sua “descrizione” delle strutture del potere e per le affilate descrizioni della resistenza, rivolta e sconfitta dell’individuo”.

Tra le sue opere più celebri:  La città e i cani, La casa verde e le Conversazioni nella cattedrale.

Libon.it!